Alluminio, il lusso sostenibile

Rispetto dell’ambiente, attenzione verso il pianeta Terra, tutela della natura: nessuno ne è esente. Il mondo sta cambiando orientamento, logiche e prospettive. Le industrie pianificano produzioni a impatto ridotto e i consumatori finali sono attenti all’acquisto di prodotti sostenibili e plastic free. Anche il packaging di lusso ha ormai rivalutato i propri format scegliendo materiali green che garantiscano eccellenza di design che rispettino l’ambiente.

Il design riciclabile infinite volte

Tra i materiali utilizzabili, spicca l’alluminio. Una sostanza capace di reinventarsi anche 163 anni dopo la sua prima presentazione alla Fiera di Parigi. Ora l’alluminio ha aperto una nuova frontiera di design grazie alle sue notevoli possibilità di riciclo. La produzione di alluminio riciclato prevede il 95% di energia in meno rispetto alla produzione di materia prima. E il nuovo metodo produttivo carbon free prospetta il riciclo totale del prodotto per un numero infinito di volte.

 

L’Italia, con 1.5 tonnellate, è al terzo posto nel mondo per attività di riciclo al fianco di Germania, dopo Stati Uniti e Giappone.

L’ALLUMINIO È UNA SCELTA CHE EVITA I COMPROMESSI

Sostenibile ma senza scendere a compromessi qualitativi, le spiccate caratteristiche green dell’alluminio regalano infinite possibilità nella realizzazione di packaging. L’alluminio è leggero, ha notevoli possibilità di trasformazione, rispettando così canoni e richieste delle aziende che lo scelgono. E’ impermeabile a fluidi e gas, polveri e batteri, non conferisce odori e sapori al prodotto che contiene. E’ un metallo che garantisce altissimi livelli qualitativi garantendo le funzionalità del packaging realizzato.

 

Leggero, resistente, riciclabile, l’alluminio è la scelta migliore per dare un’immagine sostenibile al proprio prodotto, senza rinunce.